ISTRUZIONI PER l'USO

 

Se vuoi saperne di piu' sulle soluzioni per le tue gambe accedi al blog

gambein gamba , troverai tante informazioni aggiornate .

Se vuoi una risposta alle domande piu' comuni vai in FAQ.

Se vuoi accedere alle video interviste vai nei nostri servizi.

Presto saranno disponibili video tutorial per sapere come fasciare le gambe, quali calze utlizzare, come medicare le ulcere .

 

image-961

LANFRANCO  SCARAMUZZINO

COCCARDAcopia

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

lanfrancoscaramuzzino@gmail.com

La scleroterapia

2020-03-12 12:30

Lanfranco Scaramuzzino

flebologia, Vene varicose, scleroterapia, capillari, elastocompressione, complicazioni, trombofilia,

La scleroterapia

La scleroterapia e' una tecnica fondamentale per il trattamento delle vene varicose.E' la tecnica più' utilizzata, da sempre, in tutto il mondo .

 

 

La scleroterapia 

 

 

Lanfranco Scaramuzzino

 

Una tecnica terapeutica per la cura delle flebopatie, consolidata nel tempo, è la Scleroterapia. Consiste nell’iniezione endovasale di una sostanza che determina, con la sua azione chimica, un danno a livello dell’endotelio. Questo ultimo si instaura immediatamente e si presenta come un rigonfiamento ed una desquamazione dell’endotelio. Successivamente, nella vena si deposita un trombo misto che, nell’arco di 24 ore, aderisce in modo più consistente alla parete vasale fino all’organizzazione connettivale che determina occlusione e fibrosi del vaso. Gli studi istologici della sclerosi evidenziano che l’azione del farmaco si compie in maniera definitiva solo sulle vene malate.

La scleroterapia e’ una tecnica estremamente validata e utilizzata in tuttto il mondo quotidianamente per il trattamento delle vene varicose.

E’ possibile trattare vene di piccolo e grande calibro.

Per quelle di calibro maggiore si puo’ usare, oggi, una mousse o schiuma che consiste in una miscela di liquido sclerosante e aria che ha la caratteristica di una maggiore aggressivita’ per una maggiore permanenza a contatto del vaso.

Prima di cominciare una sceroterapia e’ necessaria una valutazione clinica generale, una valutazione ecocolordoppler e un controllo della coagulazione .

La scleroterapia non deve essere effettuata durante la gravidanza e deve essere sconsigliata a pazienti con patologie gravi o oncologiche e una attenta valutazione deve essere fatta se ci troviamo di fronte ad una possibile trombofilia ( quando il sangue tende a coagulare piu’ velocemente ).

Anche l’aumento della omocisteina deve essere tenuto presente; se l’aumento non e’ elevato si puo’ trattare per 15 giorni con acido folico e vitamina B prima di intraprendere la scleroterapia.

Le complicazioni della scleroterapia sono rare se si rispettano le regole del “ gioco “

La complicanza immediata piu’ grave ma , per fortuna, rara e’ l’allergia che puo’ portare anche lo shock , la trombosi di rami safenici e’ complicanza piu’ frequente ma non grave , rari casi di trombosi venosa profonda sono descritti ma come evenienza molto rara.

In alcuni casi si sono verificate delle ulcere nella zona di iniezione.

In tutti i casi la scleroterapia rappresenta a tutt’oggi un presidio terapeutico insostituibile per il trattamento della malattia varicosa.

La scleroterapia ci permette di completare un paziente trattato chirurgicamente e di mantenerlo in forma nel corso degli anni .

Senza la scleroterapia non avremmo i risultati eccellenti che possiamo garantire alle nostre pazienti per una forma perfetta di benessere e bellezza delle gambe.

Anche per i capillari e le piccole vene la scleroterapia e’ fondamentale e puo’ essere coadiuvata dal laser che da solo non avrebbe alcun senso.

I risultati della scleroterapia non sono immediati , c’e’ bisogno di tempo perche’ le vene trattate scompaiano cosi’ come le pigmentazioni.

Se siamo in grado di attendere allora sara’ possibile vedere dei grandi risultati.

Infine e’ importante fare il punto sulla elastocompressione  quando si fa la sclero:

se trattiamo vene di calibro significativo la fasciatura elastica o la calza elastica sono fondamentali, se trattiamo capillari o piccole varicosita’ sono del parere che l’uso della elastocompressione e’ superfluo o inutile.

 

schermata-2020-03-12-alle-13-1584016214.pngschermata-2020-03-12-alle-13-1584016240.pngimg0475-1584016250.JPG

Lanfranco Scaramuzzino

081 5522305 - 392 8394501

ellessestudiomedico@gmail.com

Studio medico@ALL RIGHT RESERVED 2019

         realizzazione grafica e digitale

                Lanfranco scaramuzzino

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder